Home‎ > ‎OpenSourcER‎ > ‎Cluster & Community‎ > ‎Plone‎ > ‎

Plone Virtual Machine per la PA

pubblicato 28 nov 2012, 01:21 da Carlo Allegretti   [ aggiornato in data 28 nov 2012, 02:22 ]
Co-progettazione di una "Plone PA" cioè di una soluzione in formato "virtual machine" comprensiva di: sistema operativo, applicazione Plone 4 (ultima versione),  moduli preinstallati utili agli enti come autenticazione con federa, componente integrazione multipler, gestione news, eventi, calendario, modulistica per cittadini, bandi per imprese, ecc.. 
La Plone PA virtual machine sarà pubblicata e scaricabile dal sito opensourcer e permetterà di attivare più facilmente e rapidamente un nuovo sito Plone, e di fare una prova anche su un proprio PC. 
Cosa deve fare la Community ? Definirà le caratteristiche della macchina virtuale, eventualmente anche partendo da soluzioni pre-eseistenti.  La Community dovrà anche preoccuparsi che la VM sia ben strutturata, open al 100%, ben documentata per consentire a qualunque altro di usarla e modificarla in autonomia senza problemi (riuso totale a costo zero).
Lepida SpA, nell'ambito del progetto OpenSourcER del PitER, metterà a disposizione un budget da definire per coprire parte dei costi di sviluppo della VM, qualora ce ne fosse bisogno, coinvolgendo i fornitori interessati a contribuire. 
Il realizzazione della VM potrà essere finanziata da Lepida SpA, nella misura da definire sulla base delle disponibilità all'interno del progetto OpenSourcER del PitER, al fine di renderla disponibile gratuitamente agli enti della PA della Regione Emilia-Romagna.
Sei interessato ? Parliamone su Linked in

Comments